Definizione
L’operatore museale è una figura, con competenze scientifico-culturali, che progetta esposizioni e percorsi museali e si occupa di ricerca, tutela, conservazione e valorizzazione dei Beni Culturali. Questa figura professionale è incaricata di:
partecipare alla definizione degli obiettivi e del progetto istituzionale del museo;
effettuare ricerche sul territorio per il recupero dei beni e predisporre programmi per l’incremento delle collezioni;
svolgere il ruolo di referente scientifico per le collezioni affidate alle sue cure;
raccogliere e schedare la documentazione;
inventariare e catalogare le collezioni;
curare i contatti con altri musei, organismi scientifici e singoli studiosi cui possono essere fornite consulenze e assistenza;
garantire la conservazione dei beni a lui affidatigli, predisponendo piani di controllo, manutenzione e restauro e documentando gli interventi;
valorizzare e promuovere il patrimonio.
Egli cura inoltre gli allestimenti espositivi permanenti e temporanei, progetta e gestisce le attività editoriali, partecipa alla progettazione di attività didattiche e di divulgazione scientifica.

Competenze
L’Operatore museale ha in primo luogo conoscenze tecnico-scientifiche inerenti ai beni affidati alle sue cure, possiede competenze di museografia e conosce le metodologie di programmazione, gestione, promozione, conservazione, ricerca e valorizzazione dei Beni Culturali. Egli in particolare deve essere in grado di:
programmare e supervisionare gli interventi conservativi e di restauro;
realizzare gli allestimenti;
curare le relazioni con i referenti scientifici e istituzionali;
gestire i rapporti con il pubblico.
Egli deve perciò avere specifiche conoscenze sia di progettazione e allestimento di mostre e percorsi espositivi sia dei metodi, anche informatizzati, di catalogazione. Questa figura deve anche avere competenze di gestione economica e finanziaria delle organizzazioni culturali, nonché relative al marketing e alle tecniche di comunicazione, al funzionamento delle istituzioni pubbliche e culturali Egli deve inoltre conoscere la legislazione nazionale e comunitaria che regola il campo dei Beni Culturali. L’Operatore museale deve essere in grado di coordinare staff multi-professionali e deve pertanto avere buone capacità di comunicazione ed orientamento al problem solving.

Formazione
Per esercitare questa professione è necessario avere una laurea, preferibilmente con indirizzo attinente alle peculiarità del museo o della collezione affidatagli: storia dell’arte, archeologia, demo-etno-antropologia, etc. È anche opportuno frequentare corsi di specializzazione riguardanti l’organizzazione, la gestione e la valorizzazione di una struttura museale.

Carriera
Una possibile evoluzione di carriera è rappresentata dall’accesso al ruolo di Direttore di organizzazioni culturali.

Situazione di lavoro
L’attività dell’Operatore museale può essere svolta come pubblico dipendente o nell’ambito di musei o spazi espositivi privati. Si tratta, in ogni caso, di un professionista dotato di margini piuttosto ampi di autonomia, ma che deve interagire con tutti gli altri soggetti che lavorano all’interno dell’istituzione culturale. La sede principale di lavoro è il museo o la galleria, anche se vi possono essere frequenti spostamenti come nel caso di incontri con altri operatori del settore, riunioni con referenti istituzionali, sostenitori del museo, associazioni e altri soggetti presenti sul territorio; oppure nel caso di sopralluoghi finalizzati all’incremento delle collezioni o supervisioni di restauri e interventi sul patrimonio. I tempi di lavoro per i dipendenti sono in linea di massima programmabili e comunque definiti dai contratti collettivi. Una certa variabilità è tuttavia legata al calendario delle attività – aumentando, ad esempio, nelle fasi di allestimento di esposizioni temporanee o in relazione ad interventi d’urgenza- e al carico di lavoro assegnato a ciascun operatore. La retribuzione di questa figura può variare fra i 20 e i 40 mila euro lordi annui, che possono aumentare a seconda del livello di inquadramento, dell’anzianità e del ruolo assunto.

Tendenze occupazionali
L’inserimento lavorativo appare piuttosto arduo per questa figura. La maggior parte delle strutture museali è infatti di proprietà pubblica, pertanto le nuove assunzioni sono ostacolate dal blocco protratto dei concorsi, nonostante la carenza cronica di personale specializzato. Opportunità di lavoro potrebbero essere legate all’istituzione di strutture come i musei della scienza o alla creazione di reti e percorsi integrati tra strutture di ridotte dimensioni, incapaci, separatamente, di dotarsi di personale specializzato e di attrarre una quantità di visitatori sufficiente a garantirne il funzionamento. Per le peculiarità di questa figura, che unisce spiccate attitudini relazionali ad un elevato livello culturale, prevale in questo ruolo la presenza femminile che continuerà ad essere tale anche nel medio e lungo periodo.

Figure professionali prossime
Figure vicine all’Operatore museale sono il Responsabile della didattica, l’Archeologo e il Direttore di organizzazioni culturali

Compiti ed attività specifiche dell’Operatore museale:
– organizzare le esposizioni all’interno del museo
– conservare opere d’arte
– coordinare le attività di manutenzione ordinaria o straordinaria della struttura
– gestire e/o coordinare le risorse umane
– catalogare o archiviare i beni del museo
– curare i rapporti con le istituzioni
– curare la promozione museale
– controllare e rinnovare il catalogo artistico del museo
– coordinare le attività e gestire l’organizzazione della struttura
– gestire e/o analizzare le risorse economiche
– organizzare eventi
– restaurare monumenti o opere d’arte
– studiare e aggiornarsi
– curare i rapporti con gli utenti
– gestire e promuovere programmi culturali
– studiare gli artefatti e i materiali
– sviluppare progetti per la promozione museale
– verificare le condizioni di sicurezza
– cercare e reperire finanziamenti
– creare percorsi turistici in ambito museale
– fare ricerca
– organizzare le attività di didattica del museo
– valutare opere d’arte
– coordinare le attività di ricerca
– curare i rapporti con gli istituti bancari
– curare le pubbliche relazioni
– fornire assistenza ai clienti
– gestire e curare le collezioni d’arte
– organizzare la documentazione delle opere d’arte su microfilm o altri supporti digitali
– realizzare pubblicazioni scientifiche (articoli, saggi, libri, ecc.)

Classificazione delle professioni CP2011
2 – PROFESSIONI INTELLETTUALI, SCIENTIFICHE E DI ELEVATA SPECIALIZZAZIONE
2.5 – Professioni Specialisti in scienze umane, sociali, artistiche e gestionali
2.5.4 –Specialisti in discipline linguistiche, letterarie e documentali
2.5.4.5 – Archivisti, bibliotecari, conservatori di musei e professioni assimilate
2.5.4.5.3 – Curatori e conservatori di musei

European Qualification Framework (EQF)
CONOSCENZA  5
ABILITÀ             5                                             NUMERO GUIDA EQF 5
COMPETENZA  5

Fonte: ISFOL